username:

password:

    Iscriviti


 

INTERVOL AMBULANZE ONLUS

La qualifica di Capo Servizio in Intervol si ottiene alla fine di un percorso che comprende:

 

- la certificazione di esecutore 118 ed operatore DAE, quindi al termine del “Corso 120 ore”

- un periodo di training come allievo CS che si conclude con un esame “sul campo” con due valutazioni

  positive su tre da parte dei nostri istruttori 118

 

Questa particolarità che Intervol ha nel tempo messo a punto è stata scelta per cercare di avviare alla qualifica di Capo Servizio i volontari che sembrano avere maggiormente le capacità di gestione dell’equipaggio, dando la possibilità agli altri di maturare ulteriore esperienza prima di assumere questa responsabilità.

 

La qualifica di Capo Servizio implica una notevole responsabilità in quanto tutte le decisioni relative all’assistenza del paziente sono demandate a questa figura, che può ovviamente avvalersi dell’esperienza dell’autista (che normalmente è l’altro soccorritore “anziano” dell’equipaggio); sono sue le decisioni riguardanti la “sospetta diagnosi” (così chiamata perchè ovviamente noi soccorritori non possiamo fare diagnosi, ma sospettare quale possa essere il problema) ed il relativo trattamento, quindi decide i presidi da utilizzare ed il metodo di trasporto del paziente, nonché il codice di trasporto verso l’ospedale.

 

Ovviamente l’attività del Capo Servizio viene svolta in coordinamento con la Centrale Operativa Emergenze Urgenze 118 (COEU), che dev’essere sempre informata sulla situazione che ci troviamo a gestire, soprattutto in casi particolari e/o particolarmente gravi; da protocollo infatti siamo tenuti a chiamare la Centrale per aggiornarli delle condizioni del paziente e di quelle ambientali (in caso di situazioni pericolose o che richiedono l’intervento di altre figure, come le forze dell’ordine, i Vigili del Fuoco, altri mezzi di soccorso), durante il colloquio con la Centrale il sanitario che ci risponde (medico o infermiere di centrale), sulla base delle nostre informazioni, decide se inviarci in supporto un mezzo di soccorso avanzato (MSA), la cosiddetta “automedica”, che ha a bordo un medico ed un infermiere e decide la destinazione del paziente in base alle sue condizioni ed alla disponibilità dei Pronto Soccorso in quel momento.

 

Come qualsiasi altra figura anche il Capo Servizio è obbligato a tenersi aggiornato rispetto ai protocolli operativi emanati dalla COEU, questo viene fatto con sessioni di retraining interne all’Associazione tenute dai nostri istruttori 118.